Navigazione – Mappa del sito
Rassegna bibliografica
Seicento

Frère Zacharie de Vitré Récollet, Les Essais de méditations poétiques sur la passion, mort et résurrection de Notre-Seigneur Jésus-Christ

Michele Mastroianni
p. 145-146
Notizia bibliografica:

Frère Zacharie de Vitré Récollet, Les Essais de méditations poétiques sur la passion, mort et résurrection de Notre-Seigneur Jésus-Christ, édition de L. Donaldson-Evans, Paris, Classiques Garnier, 2015, 378 pp.

Testo integrale

1Interessante esempio di poesia devozionale e meditativa sulla passione, morte e resurrezione di Cristo, gli Essais des méditations poétiques di Frère Zacharie de Vitré Récollet, predicatore e teologo francescano, protetto di Camille de Neufville, arcivescovo di Lione, escono per la prima volta a Parigi nel 1659 per i tipi di François Muguet e, in seconda edizione a Lione, nel 1660, per l’editore Alexandre Fumeux. La raccolta, di 429 poemi (348 sonetti e 81 epigrammi), riunisce testi poetici preceduti da un versetto biblico tratto dalla Vulgata, che introduce alla meditatio poetica. Scritti meditativi intrisi di una riflessione teologica piegata a esercizio esegetico di natura dottrinale, la cui riflessione sul testo biblico si apre anche a influssi retorici di derivazione petrarchista, gli Essais sono opera di un monaco lionese sulla cui identità avanza dubbi il curatore il quale, proprio in apertura della sua introduzione, dichiara che la dedica a Camille de Neufville, firmata F.Z.D.V.R «a été déchiffré par Raymond Toinet comme Frère Zacharie de Vitré Récollet et c’est sous ce nom que le poète est classé dans toutes les biographies. Pourtant – sottolinea Donaldson-Evans – […] nous n’avons aucune confirmation biographique que l’hypothèse de Toinet corresponde au vrai nom du poète». Al proposito, aggiungiamo, nonostante le numerose indagini dell’editore moderno in diverse biblioteche e archivi del territorio francese, il “mistero” circa l’identità e la biografia del poeta di questa raccolta resta irrisolto. In ogni caso, Les Essais des méditations poétiques offrono un esempio di poesia spirituale sul modello biblico che, come accennato, recupera da un lato il linguaggio petrarchista ma, ancor prima, alcuni tratti dell’immaginario poetico classico, dalla mitologica greco-romana, inserendosi dall’altro nella tradizione meditativo-dottrinale di autori come Jean de La Ceppède e Lazare de Selve, all’interno di una feconda tradizione ascetica che affonda le sue radici almeno nella meditazione scritturale del Rinascimento.

2La presente edizione, corredata di un apparato critico e di un breve glossario, ha soprattutto il merito di riportare all’attenzione dello studioso un’opera poco nota grazie a questa prima edizione moderna stabilita sulla secentina lionese del 1660. Si aggiunge quindi nuovo materiale di indagine per la ricostruzione storico-critica di un genere che dal Rinascimento al Barocco si esprime attraverso significativi cambiamenti sia in prospettiva esegetico-scritturale sia in prospettiva retorico-poetica.

Torna su

Per citare questo articolo

Notizia bibliografica

Michele Mastroianni, « Frère Zacharie de Vitré Récollet, Les Essais de méditations poétiques sur la passion, mort et résurrection de Notre-Seigneur Jésus-Christ », Studi Francesi, 181 (LXI | I) | 2017, 145-146.

Notizia bibliografica digitale

Michele Mastroianni, « Frère Zacharie de Vitré Récollet, Les Essais de méditations poétiques sur la passion, mort et résurrection de Notre-Seigneur Jésus-Christ », Studi Francesi [Online], 181 (LXI | I) | 2017, online dal 01 aprile 2017, consultato il 20 novembre 2017. URL : http://studifrancesi.revues.org/6823

Torna su
  • Logo Rosenberg & Sellier
  • Revues.org